prossimo incontro

sabato
 
24 novembre 2013
ore 20,30
 
Napoli Stadio San Paolo

classifica

 
Roma 32
Juventus 31
Napoli 28
Inter 25
Fiorentina 24
Verona 22
Genoa 17
Lazio 16
Atalanta 16
Milan 13
Parma 13
Udinese 13
Cagliari 13
Torino 12
Livorno 12
Bologna 10
Sassuolo 10
Sampdoria 9
Catania 9
Chievo 6

Serie A 2013-2014

Napoli-Parma

16 settembre 2012
Napoli Club

 le pagelle

Vittoria e punteggio pieno per il Napoli. Gli azzurri vincono e soprattutto convincono, specialmente per la capacità di creare occasioni da gol. Segnano tutti e tre gli attaccanti: Cavani su rigore, Pandev e soprattutto Insigne, al primo centro in massima serie. Da applausi anche Marek Hamsik, vero faro di questo Napoli, capace di rendere pericolosa ogni pallone giunto sui suoi piedi

De Sanctis 6,5: sfido chiunque nel riuscire a prendere il colpo di testa di Parolo. Un mix di casualità e sfortuna su cui il portierone azzurro non può nulla. Per il resto si rende protagonista di ottime chiusure e di buoni interventi, trasformando anche le palle più insidiose in ordinaria amministrazione.

Aronica 6+: frenato nell’ultima parte del primo tempo da un problema fisico, l’esperto difensore si dimostra ancora una volta una vera garanzia per Walter Mazzari. Preciso e ordinato, fa sempre la scelta più semplice, che si rivela in molti casi la migliore. ( dal 46’  Gamberini 6: si comporta più che bene, garantendo sicurezza ed esperienza. Potrà tornare molto utile nelle prossime gare)

Cannavaro 6+: leader di una difesa che ha ben retto dinanzi al dinamismo di Ninis e Belfodil prima e di Pabon poi. I pregi sono tanti, i difetti sempre meno.

Campagnaro 6,5: oltre al solito instancabile lavoro difensivo, il difensore argentino non disdegna alcune percussioni interessanti. Bellissima un inserimento palla al piede verso la fine della gara. Peccato per la conclusione. Si dimostra comunque il difensore tecnicamente più dotato nella rosa di Walter Mazzarri.

Maggio 6,5: è la solita scheggia quando si tratta di spingere sulla fascia. In fase di non possesso però lascia tanto spazio agli avversari che molte volte ne approfittano. Il suo apporto è comunque tale da fargli ampiamente meritare un voto positivo.

Inler 6: il giallo ha complicato la sua gara molto sofferta in fase difensiva. Certe volte da l’impressione di non riuscire a correre abbastanza per colmare i vuoti in mezzo al campo. In fase di possesso invece mostra come sempre buone geometrie e un piede che non è niente male ( dal 65’ Behrami 6,5: se c’è da combattere in mezzo al campo lui non si tira indietro. Deciso e combattivo. L’uomo ideale quando il gioco comincia a farsi duro).

Dzemaili 6,5: un palo su punizione e molti palloni recuperati. Offre il giusto dinamismo in mezzo al campo. Peccato però per la fase di impostazione. Sembra sempre smarrirsi nell’istante dell’ultimo passaggio

Zuniga 6+: rientrato solo venerdì dalle nazionali, il colombiano viene subito mandato in campo. Mazzarri ha molta fiducia in lui e non fa male visto come riesce a ripagarlo. Corsa, tanta instancabile corsa, macina chilometri e offre buone chiusure. Tutto ciò prima che la stanchezza cominci a farsi sentire.

Hamsik 8,5: semplicemente delizioso. Trasforma in oro qualunque pallone passi dalle sue parti. Offre assist e passaggi filtranti ai compagni come se fosse la cosa più normale del mondo, dimostrandosi sempre di più il leader di questo Napoli.

Pandev 8+: è tornato. Dopo la squalifica per gli assurdi fatti di Supercoppa, il macedone riprende esattamente da dove aveva lasciato. Segna, fa segnare e si procura anche il rigore. Inoltre dargli il pallone vuol dire metterlo in cassaforte. È in forma e si vede.

Cavani 6,5: per carità il Matador è bravissimo nel solito lavoro a tutto campo. Freddo in occasione del rigore, presente in fase difensiva. Peccato per quelle tre occasioni d’oro che sciupa davanti alla porta. Avrebbero meritato miglior sorte, soprattutto per la sua bravure nel trovare lo spazio giusto per essere servito al meglio. ( dal 75’ Insigne 7: tutto il San Paolo aspettava la sua prima rete in campionato. Ci riesce dopo una manciata di secondi. Va poi vicino al gol in almeno altre due occasione. La prima volta una respinta di Paletta gli nega la gioia della doppietta, la seconda volta è un eccesso di sicurezza a spingerlo a provare il pallonetto bloccato poi da Mirante)

Mazzarri 7,5: il suo Napoli è letale, determinato, fantasioso. Tre tocchi e si va in porta. E’ riuscito a creare un’elegante macchina da guerra, un panzer che incanta il pubblico mentre stritola gli avversari. Si dispera per le occasioni sprecate e indovina tutti i cambi. Bravo a inserire Behrami, altrettanto competente nel capire che Cavani stava ormai girando a vuoto.

 

Napoli-Parma

14 settembre 2012
Napoli Club
 
 http://www.iamnaples.it/wp-content/uploads/2012/09/3formazioni-nappar.jpg

Walter Mazzarri recupera dopo le squalifiche Goran Pandev e Andrea Dossena. Se per il macedone non ci sono dubbi sull'impiego dal primo minuto in supporto a Cavani - con Insigne che partirà dalla panchina - per l'esterno partenopeo non c'è la certezza di una maglia da titolare, nonostante il rientro in ritardo dall'impegno con la nazionale di Zuniga. Confermata la difesa con Campagnaro, Cannavaro e Britos mentre a centrocampo Inler si riprende una maglia da titolare ed il dubbio è tra Behrami e Dzemaili, con quest'ultimo in leggero vantaggio.

Il Parma di Roberto Donadoni non può ancora schierare Amauri che non è al meglio e, con ogni probabilità, neanche Biabiany che dovrebbe partire dalla panchina dopo una settimana difficile con pochi allenamenti. Davanti a Mirante quindi linea a tre con Zaccardo, Paletta e Lucarelli. A centrocampo Galloppa, Valdes e Parolo - in vantaggio su Acquah - con Rosi a destra e Gobbi a sinistra. In attacco maglia da titolare per Belfodil che dovrebbe far coppia con Pabon, ma non è da escludere l'impiego di Ninis.

Maglie Europa League

14 settembre 2012
Napoli Club

ESCLUSIVA - Ecco le foto delle maglie Europa League


Girone Europa League da non sottovalutare. Squadre di prestigio come Psv renderanno più impegnativo il percorso del Napoli in Europa. La maglia che accompagnerà gli azzurri nella cavalcata europea è stata presentata oggi su Napolistore. Azzurra la prima e blu la seconda, le maglie dell'Europa League saranno leggermente diverse dal campionato: Assenza del doppio sponsor e la Toppa Europa League sul braccio sono le caratteristiche che la differenziano dal quelle utilizzate in campionato. La numerazione sarà identica a quella già utilizzata. Dopo l'emozione della Champions League e della maglia versione Europea, c'è molta attesa per quella che dovrebbe essere la maglia della consacrazione europea del Calcio Napoli.

Insigne

14 settembre 2012
Napoli Club

Venerato rivela: "Lo sceicco del Psg è innamorato di Insigne! E quella telefonata tra De Laurentiis e Zeman..."


 

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Ciro Venerato, giornalista Rai: "Posso dire che lo sceicco del Psg è innamorato di Insigne. Per quanto riguarda Zeman, il tecnico  ha lasciato il Pescara solo per la Roma ma il tecnico ha avuto anche un colloquio col Napoli. De Laurentiis in una telefonata chiedeva a Zeman un giudizio su Vargas. In quella occasione il presidente azzurro rimase colpito dalle idee e dalla personalità di Zeman, molto vicine alle sue. Non è errato quindi dire che al Napoli non dispiacerebbe un tecnico come Zeman.
Il Parma è una squadra dura ma alla portata del Napoli. Il campionato è lungo ma la certezza è che il club azzurro è competitivo e lotterà per i primi tre posti. La Juventus rimane la favorita”.

13 ^ giornata

 
Bologna-Inter
Livorno-Juventus
Milan-Genoa
Napoli-Parma
Roma-Cagliari
Sampdoria-Lazio
Sassuolo-Atalanta
Torino-Catania
Udinese-Fiorentina
Verona-Chievo

Edicola

                              
 
 
 
Realizzato con SitoInternetGratis :: Fai una donazione :: Amministrazione :: Responsabilità e segnalazione violazioni :: Pubblicità :: Privacy