prossimo incontro

sabato
 
24 novembre 2013
ore 20,30
 
Napoli Stadio San Paolo

classifica

 
Roma 32
Juventus 31
Napoli 28
Inter 25
Fiorentina 24
Verona 22
Genoa 17
Lazio 16
Atalanta 16
Milan 13
Parma 13
Udinese 13
Cagliari 13
Torino 12
Livorno 12
Bologna 10
Sassuolo 10
Sampdoria 9
Catania 9
Chievo 6

Serie A 2013-2014

LE PAGELLE

5 ottobre 2012
Napoli Club

Psv-Napoli 3-0, le pagelle

Psv-Napoli 3-0, le pagelle

 

Rosati 5,5: L’incomprensione con Fernandez in occasione del raddoppio olandese è clamorosa. Uscita goffa addirittura di testa. Poi però riscatta in parte l’errore con parate importanti.

Cannavaro 5: Ha a che fare con clienti molto scomodi. Gli avversari sono imprendibili; prova a far valere il suo fisico  ma non sempre ci riesce. Ha l’alibi di aver giocato a destra

Fernandez 4: Schierato nel suo ruolo preferito è un disastro. L’incomprensione con Rosati forse non è  colpa sua ma stasera ha messo in mostra il peggio di sé. Sempre in ritardo, sembra un fantasma.

Aronica 5: In difficoltà come tutta la squadra, anche il lucchetto palermitano soffre più del previsto. Sgomita in area ma non sempre va per il verso giusto.

Mesto 5,5: L’unico a salvarsi. L’ex Genoa è generoso ed oltre a dare una mano in difesa prova a spingere sulla fascia. I risultati sono altalenanti ma da apprezzare lo spirito.

Dzemaili 4,5: L’intesa con Donadel è praticamente nulla. Fa poco filtro in mezzo al campo e si fa sorprendere continuamente alle spalle dai centrocampisti olandesi

Donadel 4,5: Tanti errori in fase d’impostazione; concede spazi ai portatori di palla avversari, facendosi saltare troppo facilmente.

El Kaddouri 4,5: Mazzarri gli dà la possibilità di riscattarsi dopo l’esordio poco convincente contro l’Aik ma fa peggio della sfida contro gli svedesi. Mai incisivo, sembra completamente spaesato.

Dossena 4,: Poteva essere un’ottima chance per il colosso di Lodi ma la spreca clamorosamente. Non spinge mai ed in difesa si fa saltare come un birillo da Narsingh. Inguardabile anche nei controlli.

Insigne 5: Si rende pericoloso nel primo tempo ma anche lo scugnizzo di Frattamaggiore non è in serata. Troppo isolato, cerca poco la profondità. Bello il taglio per Cavani nella ripresa.

Vargas 4,5: Un disastro. Mai pericoloso nè propositivo. E’ uno spettatore non pagante del match. Si becca i mugugni dei tifosi azzurri presenti sugli spalti. Prestazione da “Chi l’ha Visto?”

Cavani 5: Entra ad inizio ripresa ma non incide più di tanto. Si innervosisce tanto e questo non aiuta la squadra.

Pandev: sv

Zuniga: sv

Mazzarri 4,5: Forse queste sconfitte serviranno anche a far crescere ma fanno sicuramente molto male. Il Napoli due non lo segue e si dimostra non all’altezza dell’impegno. Non c’è traccia di gioco né dell’aggressività tanto richiesta.

PSV-NAPOLI

5 ottobre 2012
Napoli Club
 
 
 
'Squadra senza umiltà e coesione'

Per certi aspetti, questo 3-0 rappresenta una medicina amara, ma può far bene al malato. Il Psv, ben preparato anche mentalmente da Advocaat, ha vinto bene per quanto gli azzurri hanno perso male. Molte occasioni per i padroni di casa già nel primo tempo, ma un palo sfiorato, un paio di parate di Rosati e soprattutto gli errori di mira avevano tenuto aperta la partita. Una crescente precisione nel tiro e sempre più gravi errori della nostra difesa l’hanno chiusa.

Perché questa sconfitta può giovare? Perché resta ancora un consistente lavoro da svolgere, e dopo il crollo al Philips Stadion che è una lezione di calcio, inteso come gioco di squadra, i nostri devono ritrovare umiltà e coesione. E concentrazione, che è doveroso pretenderla. Dire che El Kaddouri o Dossena sono stati tra i peggiori non servirebbe a nulla. Così come sottolineare che il Napoli non è riuscito a tenere palla se non per pochi secondi, facilitando le ripartenze olandesi.

Si inizia comunque da errori dei singoli ai quali bisogna porre riparo. Ne è consapevole Mazzarri, che per la prima volta, in questa Europa League, si trova alle prese con onde alte. Ora sopravvengono molti dubbi: sul trequartista (El Kaddouri) che scopre la cerniera mediana, sulla difesa in bambola totale, su un centrocampo mai padrone della situazione. Advocaat non ha scoperto la luna ma i suoi hanno eseguito puntualmente il compito, mettendoci più del Napoli la condizione fisica, l’affiatamento e la tranquillità.

Tra le pochissime note positive: Mesto, pur se ha prodotto giocate intermittenti, ed Aronica. Poco o nulla ha procurato l’ingresso in campo di Cavani ad inizio ripresa. Se fosse riuscito nell’impossibile rimonta si sarebbe parlato di miracolo. Invece questo amaro 3-0 fa sembrare la partita giocata in Olanda, molto più terrena. Tuttavia, allo statodelle cose, non è soltanto questo il problema più spinoso per Mazzarri. È dare, anzi ridare, morale e gioco a una squadra, che con otto giocatori ammoniti, sembra averli smarriti. Il mattino .
 

Acquisizione documenbti

3 ottobre 2012
Napoli Club
 

Acquisiti bilanci e contratti degli atleti tesserati

La sede della Federcalcio a Roma, archivio
 
 
Le fiamme gialle nella sede del Napoli e della Figc. La Guardia di Finanza sta eseguendo un provvedimento della procura di Napoli che dispone l’acquisizione di documenti relativi alle procedure di acquisto e cessione dei diritti sulle prestazioni sportive dei calciatori, ai rapporti con gli agenti e alle relative movimentazioni finanziarie. I magistrati hanno disposto l’acquisizione da parte della Gdf di bilanci, contratti degli atleti tesserati, mandati ai procuratori, modelli depositati presso la Federazione, garanzie e pagamenti relativi agli ingaggi dei calciatori professionisti.

PSV-NAPOLI

1 ottobre 2012
Napoli Club

13 ^ giornata

 
Bologna-Inter
Livorno-Juventus
Milan-Genoa
Napoli-Parma
Roma-Cagliari
Sampdoria-Lazio
Sassuolo-Atalanta
Torino-Catania
Udinese-Fiorentina
Verona-Chievo

Edicola

                              
 
 
 
Realizzato con SitoInternetGratis :: Fai una donazione :: Amministrazione :: Responsabilità e segnalazione violazioni :: Pubblicità :: Privacy