prossimo incontro

sabato
 
24 novembre 2013
ore 20,30
 
Napoli Stadio San Paolo

classifica

 
Roma 32
Juventus 31
Napoli 28
Inter 25
Fiorentina 24
Verona 22
Genoa 17
Lazio 16
Atalanta 16
Milan 13
Parma 13
Udinese 13
Cagliari 13
Torino 12
Livorno 12
Bologna 10
Sassuolo 10
Sampdoria 9
Catania 9
Chievo 6

Serie A 2013-2014

Edi+Edu di scena a Stoccolma

21 novembre 2012
Napoli Club
Edi+Edu di scena a Stoccolma

 

Attacco tutto sudamericano, con un uomo-copertina per definizione e un altro in cerca di una notte da leone
Edi+Edu di scena a Stoccolma Edi+Edu: sarà questa la filastrocca, pardon la formula d’attacco che il Napoli reciterà domani a Stoccolma con l’Aik Solna. Tutta sudamericana, con un uomo-copertina per definizione e un altro in cerca di una notte da leone. Sì, il Matador e poi otto uomini delle retrovie. O meglio, le alternative ai titolarissimi: oltre al principe uruguaiano, infatti, Mazzarri confermerà soltanto Campagnaro e Behrami.

CALCOLI QUALIFICAZIONE - E allora, Napoli versione europea al Rasunda Stadion, giunto al passo d’addio dopo la sfida con gli azzurri. Turnover selvaggio e tre certezze per la formazione che, battendo gli svedesi, metterebbe una seria ipoteca sulla qualificazione. Addirittura il sigillo, nel caso in cui il Psv non andasse oltre il pareggio con il Dnipro. Prima di ogni calcolo e di ogni possibile combinazione con gli altri campi, però, è necessaria una vittoria.

ATTACCO OBBLIGATO - Edu Vargas (che ieri ha festeggiato 23 anni) con Edinson Cavani, dicevamo, per colpire l’Aik. Scelte praticamente obbligate, per Mazzarri, considerando che il Matador è squalificato in campionato e dunque lunedì non parteciperà alla trasferta di Cagliari, e Pandev non è neanche partito. Sì, il macedone è rimasto in sede per continuare a curare il problema alla caviglia sinistra accusato a Marassi con il Genoa, che lo ha escluso anche dalla partita con il Milan. Niente fare, per lui: massaggi, terapie e tabella personalizzata per provare a recuperarlo in tempo per lunedì.

TURNOVER - Per il resto, con Fernandez squalificato, il trio difensivo davanti a Rosati sarà composto da Campagnaro, capitan Aronica e Britos; Mesto e Dossena giostreranno sulle fasce, mentre Behrami, Donadel e Dzemaili in mediana. I tifosi azzurri annunciati sono più o meno 600.

Cavani via per 62 milioni

18 novembre 2012
Napoli Club

 

”Cavani via per 62 milioni”

Trema il San Paolo: presto il Matador potrebbe lasciare il Napoli. La notizia bomba arriva da Mino Raiola, il re del calciomercato, secondo cui l'attaccante del Napoli sarebbe nel mirino di alcune società importanti europee. "A 62 milioni di euro ci sono delle squadre che prenderebbero un attaccante come Cavani", ha detto il procuratore, fissando il prezzo del talento che sta facendo sognare nuovamente i tifosi napoletani


Qualche club, dunque, è sulle tracce del bomber uruguaiano. Raiola non ha voluto far nomi, ma quando parla, si sa, qualcosa sotto c'è sempre. La clausola rescissoria del Matador è di 62 milioni di euro. Una cifra molto importante, che suggerisce l'interesse dei soliti nomi, Manchester City e Psg su tutti. Cavani piace a molte big e per strapparlo al Napoli bisognerà lottare non solo con la società, ma anche con la città, che ormai ha adottato l'uruguaiano.  

Dal suo canto, Raiola del resto sembra non avere molti dubbi sul colpo della prossima estate: "Oggi per quello che rappresenta Cavani e per la mancanza di punte che ci sono in giro, quel valore c'è tutto, ma il valore di un giocatore non lo stabilisce chi vende, ma chi acquista". Ma seCavani partisse davvero da Napoli, chi potrebbe prendere il suo posto? Balotelli? Raiola non chiude la porta a nessuna opzione: "Mario alNapoli? Non ho mai parlato con De Laurentiis di questo argomento. Sognare fa bene, certo non posso prevedere quello che potrà accadere". 

L'unica cosa certa, per ora, è che Supermario rimarrà al City. "I rapporti tra Mario e il City sono ottimi. I rapporti tra Mario e Mancini sono un po' come quelli tra marito e moglie. Balotelli vuole restare ai Citizens ed il City è ben contento di tenerselo quindi tutto va bene, non vado appresso a quello che scrivono i tabloid inglesi", ha spiegato Raiola.

L'Opinione

18 novembre 2012
Napoli Club

L'OPINIONE di Mario Sconcerti: "Lavezzi dava improvvisazione, verticalizzazione, profondità al Napoli, è normale rimpiangerlo. E' l'Inter l'anti Juve, credo sia maturo il tempo del divorzio di Mazzarri"

   

Mario Sconcerti, opinionista del Corriere della Sera, parla del match Napoli-Milan a "Terzo Tempo" su Sky Sport. Ecco quanto evidenziata da "Napoli Magazine": "Il Napoli appare incerto come poche altre volte. El Shaarawy ha fatto due gol e il Milan ha ripreso una partita importante che il Napoli ha buttato via. Ragazzi che come El Shaarawy segnano tanto alla sua giovane età non ce ne sono in giro. El Shaarawy richiama un vecchio ragazzo di altri tempi: Peppino Meazza. El Shaarawy assomiglia un pò a Signori che ha vinto per tre volte la classifica di capocannoniere. Sono poche le anti Juve, lo è soprattutto l'Inter e poi c'è la Fiorentina che è partita lentamente, ma se le altre si fermano, può iniziare a spingere seriamente. Napoli meno imprevedibile senza Lavezzi? E' normale rimpiangere Lavezzi, il Napoli non l'ha regalato, ha preso 30 milioni per la sua cessione, è difficile sostituire un giocatore di tale valore. Il Pocho dava improvvisazione, verticalizzazione, profondità al Napoli, Lavezzi era due, tre schemi insieme nel Napoli. Non c'è schema che possa sostituire il riuscire a saltare l'uomo. Il calcio è basato sul dribbling. Nel Napoli non riesco più a vedere una grandissima squadra, mi sembra che il Napoli usufruisca più delle doti di Mazzarri che viceversa. A parte alcuni campioni, ci sono giocatori di buon livello, ma la classifica non rispecchia il vero valore dei giocatori azzurri.  Io credo che sia maturo il tempo del divorzio di Mazzarri".

Napoli vs Milan

17 novembre 2012
Napoli Club
 
 
PROBABILI FORMAZIONI
 
Napoli: modulo 3-4-1-2
De Sanctis; Campagnaro, Cannavaro, Gamberini; Maggio, Inler, Dzemaili, Zuniga; Hamsik; Insigne, Cavani.
 
Milan: modulo 4-3-3
Abbiati; De Sciglio, Mexes, Acerbi, Constant; De Jong, Montolivo, Nocerino; Emanuelson, Pazzini, El Shaarawy.




13 ^ giornata

 
Bologna-Inter
Livorno-Juventus
Milan-Genoa
Napoli-Parma
Roma-Cagliari
Sampdoria-Lazio
Sassuolo-Atalanta
Torino-Catania
Udinese-Fiorentina
Verona-Chievo

Edicola

                              
 
 
 
Realizzato con SitoInternetGratis :: Fai una donazione :: Amministrazione :: Responsabilità e segnalazione violazioni :: Pubblicità :: Privacy