prossimo incontro

sabato
 
24 novembre 2013
ore 20,30
 
Napoli Stadio San Paolo

classifica

 
Roma 32
Juventus 31
Napoli 28
Inter 25
Fiorentina 24
Verona 22
Genoa 17
Lazio 16
Atalanta 16
Milan 13
Parma 13
Udinese 13
Cagliari 13
Torino 12
Livorno 12
Bologna 10
Sassuolo 10
Sampdoria 9
Catania 9
Chievo 6

Serie A 2013-2014

le possibili sfidanti

23 novembre 2012
Napoli Club

Ecco tutte le possibili sfidanti del Napoli per i sedicesimi di Europa League

Tante opzioni suggestive, le più difficili: Chelsea, Liverpool, Man City ed Atletico Madrid
EL
 

Cavani qualifica il Napoli ai sedicesimi di finale d’Europa League con il gol su rigore all’ultimo istante contro l’Aik Solna e con il Dnipro matematicamente primo a 12 punti per una differenza reti migliore di quella del Napoli per gol fuori casa (2 quelli del Dnipro al San Paolo, 1 quello degli azzurri in Ucraina), adesso gli azzurri possono incontrare le prime classificate dei gironi di Europa League (eccezion fatta ovviamente per le italiane) e le terze di quelli di Champions. Ecco il quadro di tutte le possibili sfidanti degli azzurri nella competizione dopo l’ultima ed ininfluente partita contro il PSV Eindhoven che si giocherà al San Paolo alle 19 il 6 dicembre. Tante le ipotesi molto suggestive:

CHAMPIONS LEAGUE:

Le terze classificate nei gironi di Champions League:

GIRONE A: Dinamo Kiev.
GIRONE B: Olympiacos.
GIRONE C: Zenit o Anderlecht.
GIRONE D: Ajax o Manchester City.
GIRONE E: Chelsea (Nel caso in cui la Juventus non si dovesse qualificare per gli ottavi di Champions, il regolamento impone che due squadre dello stesso paese non possano incontrarsi ai sedicesimi di finale).
GIRONE F: Bate Borisov.
GIRONE G: Benfica o Celtic Glasgow.
GIRONE H: Galatasaray o Cluj.

EUROPA LEAGUE:

Le prime classificate nei gironi di Europa League:

GIRONE A: Anzhi Makhachkala o Liverpool.
GIRONE B: Atletico Madrid o Viktoria Plzen.
GIRONE C: Fenerbahce.
GIRONE D: Bordeaux o Newcastle.
GIRONE E: Steaua Bucarest o Stoccarda.
GIRONE F: Girone del Napoli, impossibile incontrare il Dnipro per regolamento che impone che due squadre dello stesso girone non possano incontrarsi ai sedicesimi di finale.
GIRONE G:  Genk o Basilea.
GIRONE H: Rubin Kazan.
GIRONE I: Olympique Lione.
GIRONE J: Tottenham (Nel caso in cui la Lazio dovesse arrivare prima, il regolamento impone che non si possano sorteggiare contro due squadre dello stesso paese ai sedicesimi di finale).
GIRONE K: Metalist Kharkiv.
GIRONE L: Hannover o Levante.

Abramovich vuole uno tra Cavani e Falcao

23 novembre 2012
Napoli Club

Chelsea: Abramovich vuole "regalarsi" uno tra Cavani e Falcao

Stando anche a quanto riportato dall' edizione odierna di La Repubblica i tifosi del Chelsea non hanno digerito l’arrivo di Benitez e allora Roman Abramovich proverà a farsi perdonare regalando un grande colpo a gennaio. Stando all’Evening Standard, il magnate russo è pronto a mettere mano al portafoglio per ingaggiare un grande attaccante alla riapertura del mercato. Tre gli ‘indiziati’: Radamel Falcao dell’Atletico Madrid, che ha una clausola rescissoria da 54,5 milioni di euro, James Rodriguez del Porto, il cui cartellino è stimato circa 44,5 milioni, ed Edinson Cavani, ma per strapparlo al Napoli serviranno 60 milioni di euro senza contare il faraonico ingaggio da sottoporre all'uruguaiano, sicuramente superiore ai 5 milioni di euro annui.

Le ultime sul mercato del Napoli"

23 novembre 2012
Napoli Club
 
Le ultime sul mercato del Napoli"

 
"Aggiornamenti ed indiscrezioni su D´Agostino, Di Matteo, Montella, Fernandez, El Kaddouri e Uvini"
Venerato: "Le ultime sul mercato del Napoli" A radio Crc, nella trasmissione “SI GONFIA LA RETE” di Raffaele Auriemma, è intervenuto Ciro Venerato, giornalista Rai: "E´ ovvio che il Napoli deve esser all´altezza di Cavani e non viceversa. Cavani ha dimostrato il suo valore.
Ha realizzato i suo gol nello stadio che ha consacrato Pelè. Cavani non si può accontentare dell´Europa League. E´ una vetrina troppo piccola per lui. Cavani e il Napoli meritano di giocare la Champions.
Il mercato di gennaio? D´Agostino è un potenziale arrivo. Perché ha problemi con il Siena e con Cosmi, vuole cambiare aria. E Magari gli agenti interpellano anche Bigon. D´Agostino potrebbe piacere a Mazzarri, è un giocatore più tecnico e meno fisico.
Il Napoli non ha più un progetto lungimirante come all´epoca di Marino, ha un progetto a termine oggi perché si deve vincere. Ha bisogno di un prodotto finito. I giovani si, ma occorrono alternative di qualità.
Di Matteo è un allenatore che rientra nella tipologia di De Laurentiis, è un nome che non mi affascina, è un bravo ragazzo. Ma personalmente se dovesse andare via Mazzarri non lo prenderei. Spero in un allenatore diverso.
Nella vita arriva un momento in cui ci si rende conto che si è dato talmente tanto da dover lasciare e cambiare aria. Mazzarri non ha preso ancora nessun accordo con qualche altro club, quindi i margini di trattative ci sono ancora, ma credo che per decidere di andare in scadenza a giugno vuol dire che difficilmente rinnoverà con gli azzurri. Questa è una piazza calda che in tanti anni rischia di stancarti con le tante critiche.
Montella è l´allenatore emergenze più promettente di questo calcio, e spero che il Napoli trovi un allenatore simile all´aeroplanino.
Fernandez non credo che lasci Napoli perché gode dell´appoggio della società.
El Kaddouri e Uvini potrebbero partire in caso di offerte di club che li mettano in campo da titolari. Per il brasiliano c´è un´offerta del Pescara: prestito secco e maglia da titolare e a gennaio se ne parlerà concretamente".

Sedicesimi all´ultimo respiro

23 novembre 2012
Napoli Club
Sedicesimi all´ultimo respiro

  

Il Napoli supera il turno battendo 2-1 l´AIK Solna: decidono i gol di Dzemaili e di Cavani su rigore al 93´
Siamo in Svezia ed è il primo tempo. Il terreno è pesante e la gara è un po’ piatta. Si registrano comunque due segnature.
19’. Cross dalla sinistra di Cavani, in area al centro per Dzemaili che in mezza girata di sinistro porta il Napoli in vantaggio.
35’. Traiettoria fortunosa di Danielsson, con difesa piazzata del Napoli, che sorprende Rosati che si fa beffare.
Per lo più è il centrocampo che non va: devono entrare Inler o Hamsik.
Poi c’è la strana difesa, con i suoi strani errori, che in Europa League prendono il nome di Rosati, ma non solo (per esempio, meglio non parlare di Aronica).

Si rientra in campo, ma di sostituzioni non si vede ancora l’ombra, sebbene inizi a scaldarsi Hamsik.
Il cambio avviene di fatto intorno al 15’, e ad entrare è Inler per un improponibile Donadel (e Cavani per poco non arriva su di un pallone dal limite del neo entrato). Poi esce un poco produttivo (solo tre palloni toccati) Mesto per Zuniga.
Al 20’ clamorosa palla gol per Vargas, respinta dal portiere Turina, col rimbalzo che va verso la porta, poi un giocatore dell´Aik salva sulla linea di porta. Poi un tiro al volo di Cavani viene respinto da un avversario. Visto il pareggio che si sta verificando fra Dnipro e PSV, questi primi cedimenti della difesa svedese farebbero ben sperare.
Terzo cambio, con Hamsik per un volenteroso Dzemaili intorno al 30’.
Intanto il Dnipro passa in vantaggio dall’altra parte, mentre la partita diventa sempre più brutta, soprattutto per il terreno in condizione orripilanti.
Al 39’ Danielsson combina un pasticcio servendo Cavani sulla trequarti, il Matador, invece di portarsi la palla avanti, prova il tiro al volo con la palla che termina direttamente in curva.
Aronica, con problemi alla caviglia, si fa buttare fuori con un rosso per una maestosa stupidata (atterramento di Bangura).
Mazzarri passa alla difesa a 4.
A una ventina di secondi dal 93’, il colpo di scena: Cavani guadagna un penalty (ma l’azione è voluta, fortemente voluta da Vargas) e lo mette a segno, spiazzando Turina.

13 ^ giornata

 
Bologna-Inter
Livorno-Juventus
Milan-Genoa
Napoli-Parma
Roma-Cagliari
Sampdoria-Lazio
Sassuolo-Atalanta
Torino-Catania
Udinese-Fiorentina
Verona-Chievo

Edicola

                              
 
 
 
Realizzato con SitoInternetGratis :: Fai una donazione :: Amministrazione :: Responsabilità e segnalazione violazioni :: Pubblicità :: Privacy