prossimo incontro

sabato
 
24 novembre 2013
ore 20,30
 
Napoli Stadio San Paolo

classifica

 
Roma 32
Juventus 31
Napoli 28
Inter 25
Fiorentina 24
Verona 22
Genoa 17
Lazio 16
Atalanta 16
Milan 13
Parma 13
Udinese 13
Cagliari 13
Torino 12
Livorno 12
Bologna 10
Sassuolo 10
Sampdoria 9
Catania 9
Chievo 6

Serie A 2013-2014

da zero a dieci

28 aprile 2013
Napoli Club

Da Zero a Dieci

 
 

Vincere non è mai una formalità. Bravi gli azzurri. Pescara-Napoli semplicemente... Da Zero a Dieci

Zero agli sprechi del primo tempo degli azzurri. Tante, troppe occasioni sprecate nei primi 45’ dalla squadra di Mazzarri. Un aspetto che da sempre fa imbestialire il mister. Non sempre si ha di fronte il Pescara che di occasioni ne continua a concedere in gran quantità anche nella ripresa. Occhio ai rimpianti.

Un(a)o la stoccata di Walter Mazzarri in direzione di Ezequiel Lavezzi dopo la vittoria sul Pescara: “Lo scorso anno il Pocho era etichettato come essenziale. Abbiamo fatto 15 punti in più, questo vuole dire che abbiamo assorbito bene questa perdita”. Più chiaro di così?

Due le squalifiche pesanti contro il Pescara. Mancavano Behrami e Cavani. Ma, per una volta, nessuno se n’è accorto… Bravi “gli altri”.

Tre come la posizione di Dzemaili nella classifica dei cannonieri stagionali azzurri. Lo svizzero, con 8 reti (!!!) tra campionato ed Europa League è alle spalle dei soli Cavani ed Hamsik. Meraviglioso il suo destro da fuori. Strepitoso il suo rendimento nell’ultimo periodo, come nella più classica delle favole dove il brutto anatroccolo (che a gennaio voleva andar via) si trasforma in un meraviglioso cigno. Qualcuno ci avrebbe scommesso ad inizio stagione? Dai, non dite bugie…

Quattro giornate mancano alla fine del campionato. L’obiettivo è vicino è sarà di quelli da attraversare con le braccia alzate. Perché, chi pensa il contrario ci ha capito davvero poco, sarà un risultato eccezionale. Avanti così.

Cinque alla scelta Emanuele Calaiò. Arrivato come vice-Cavani, per volere della società, l’attaccante finisce in panchina anche quando il Matador manca.  Da gennaio appena 37’ giocati in campionato. Il dato supera ogni parola. Piccoli errori di valutazione.

Sei i gol in campionato di Gokhan Inler. C’è una deviazione sul tiro dello svizzero, ma poco importa. Dopo un momento così nero la rete resta un’iniezione di fiducia importantissima per il ragazzo. La qualità in organico deve essere un'abitudine, non un problema.

Sette al riflesso di Pellizzoli al 23’ sul colpo di testa di Lorenzo Insigne. Non sarà di primo pelo, ma il riflesso è quello dei tempi belli.

Otto alla piroetta da ballerina di Goran Pandev. Chiariamo che l’opposizione della difesa non è delle più difficili da abbattere, ma il gesto tecnico del macedone in occasione del raddoppio azzurro resta comunque apprezzabile. Noblesse oblige.

Nove a Walter Mazzarri. Controcorrente, contro un po’ tutti in molte occasioni, il mister ancora una volta ha saputo tirare le redini del gruppo riuscendo a tenere la squadra lontana dalle voci di mercato che riguardano lui e molti azzurri. Questo il suo merito più grande.

Dieci alla reazione del Napoli nel momento più buio della stagione. Dopo la sconfitta con il Chievo, gli azzurri hanno ingranato la marcia pesante racimolando la bellezza di 16 punti su 18 nelle gare successive. Questi si chiamano attributi. Il resto sono chiacchiere.

le pagelle

28 aprile 2013
Napoli Club
34PesNap_pagelle
 

De Sanctis 6,5: attento quando chiamato in causa. Mai in difficoltà, trasmette sicurezza all’intero reparto. Il problemino al gomito nel riscaldamento non lo limita per niente. Torna più forte di prima dopo la squalifica.

Campagnaro 6,5: sicuro in difesa, uno spettacolo quando decide di scendere palla al piede. Mai in difficoltà. Il solito Campagnaro.

Cannavaro 6,5: comanda come al solito quella che è a tutti gli effetti una delle difese meno battute del campionato. Unica pecca quei lanci lunghi che spesso fanno infuriare i tifosi napoletani.

Britos 6+: sfiora il gol in apertura. Poi difende bene senza sbavature. Chi si aspettava un suo errore deve ricredersi. Finalmente attento.

Maggio 6-: fornisce l’assist per il gol di Pandev, svolge bene la fase difensiva, ma … si perché c’è sempre un ma. Diciamo che questo è solo una parte del Maggio che conosciamo. Continua a fare fatica quando deve spingere e in più di un’occasione i suoi cross sono da dimenticare. Speriamo che prima della fine del campionato torni il Maggio che tutti abbiamo apprezzato(dal 73’ Mesto sv)

Dzemaili 7: e sono sei, di cui cinque nell’ultimo mese. Ormai ci ha preso gusto a gonfiare la rete. Impegnato quest’oggi a fare anche il Behrami della situazione, il centrocampista svizzero non disdegna le sue sortite offensive. In piena forma.

Inler 7-: accetta la panchina, non fa polemiche. Aspetta il suo momento e … sblocca il risultato. Lo fa con la sua specialità, il tiro da fuori, e con un pizzico di fortuna. Fa vedere tutte le sue qualità tecniche sbagliando veramente pochi passaggi. Grande dimostrazione di disponibilità e concretezza.

Zuniga 6,5: senza infamia e con un pochino di lode. L’esterno colombiano svolge al meglio il compito affidatogli. Bene in fase difensiva, un po’ meno in quella offensiva, anche se si dimostra più dinamico del collega Maggio.(dal 62’ Armero 6,5: molto vivace. Attacca, corre, torna a coprire. E’ in forma e si vede. Peccato che gli venga sempre riservata solo la mezz’ora finale)

Hamsik 6,5: tocchi mai banali, giro palla da campione. Il buon Marek come sempre fa la differenza. Peccato che Pelizzoli nel primo tempo gli neghi la gioia del gol. E’ Hamsik!

Pandev 6,5: zitto zitto, calmo calmo, aspetta solo il momento per illuminare la gara. Sembra che sia rimasto negli spogliatoi, ma poi basta un suo tocco, una sua giocata e capisci che gran giocatore è Goran Pandev. Il gol, il sesto in campionato, è lo specchio della sua gara. Si fa trovare pronto e la mette dentro. Impeccabile. (dal 79’ Calaiò 6: entra e in 10’ ruba prima palla sulla trequarti propiziando un’azione pericolosa di Insigne e poi sfiora il gol in pieno recupero. Sfortunato)

Insigne 6,5: torna nella Pescara che lo ha fatto grande e subito fa tremare i suoi ex tifosi gonfiando la rete. Peccato che l’arbitro annulli. Per il resto gioca bene, si da molto da fare, facendo movimenti mai banali. Poco preciso sotto porta, sbaglia alcune occasioni clamorose. Il tempo comunque è dalla sua.

Mazzarri 6,5: mantiene alta la concentrazione in una gara all’apparenza scontata. Riesce a portare a casa l’ennesimo risultato utile, facendo un grandissimo passo verso la conquista del secondo posto.
 
 
 

LE FORMAZIONI

27 aprile 2013
Napoli Club
 
LE FORMAZIONI
 
Pescara (4-2-3-1): Pelizzoli; Zanon, Cosic, Capuano, Balzano; Rizzo, Togni; Caprari, Sculli, Cascione; Sforzini. A disp: Perin, Bianchi Arce, Bocchetti, Zauri, Bjarnason, Di Francesco, Celik, Abbruscato, Vukusic, Caraglio. All: Bucchi.

Napoli (3-4-1-2): De Sanctis; Gamberini, Cannavaro, Britos; Maggio, Inler, Dzemaili, Zuniga; Hamsik; Insigne, Pandev. A disp: Rosati, Colombo, Grava, Campagnaro, Rolando, Mesto, Donadel, Armero, El Kaddouri, Calaiò. All: Mazzarri.

le gare

27 aprile 2013
Napoli Club
34ª Giornata Domenica 27-28 Aprile 2013

Stemma A.C. Chievo Verona Calcio C. Verona  0-1 GenoaStemma Genoa C.F.C. Calcio

Stemma Atalanta B.C. CalcioAtalanta 1-1  BolognaStemma Bologna F.C. Calcio

  Stemma Cagliari CalcioCagliari  0 - 1  Udinese  Stemma Udinese Calcio

     Stemma F.C. Parma CalcioParma 0-0   LazioStemma S.S. Lazio Calcio

    Stemma U.C. SampdoriaSampdoria  0-3  Fiorentina Stemma A.C.F. Fiorentina Calcio

  Stemma Torino F.C. Calcio  Torino 0-2  Juventus Stemma Juventus F.C. Calcio

  Stemma Pescara calcioPescara 0 - 3  Napoli  Stemma S.S.C. Napoli Calcio

 Stemma U.S.C. Palermo Calcio Palermo  1 -0   Inter  Stemma F.C. Internazionale Calcio

Stemma A.S. Roma CalcioRoma  4-0  Siena Stemma A.C. Siena Calcio

Stemma A.C. Milan CalcioMilan   4-2 CataniaStemma Catania Calcio

13 ^ giornata

 
Bologna-Inter
Livorno-Juventus
Milan-Genoa
Napoli-Parma
Roma-Cagliari
Sampdoria-Lazio
Sassuolo-Atalanta
Torino-Catania
Udinese-Fiorentina
Verona-Chievo

Edicola

                              
 
 
 
Realizzato con SitoInternetGratis :: Fai una donazione :: Amministrazione :: Responsabilità e segnalazione violazioni :: Pubblicità :: Privacy