prossimo incontro

sabato
 
24 novembre 2013
ore 20,30
 
Napoli Stadio San Paolo

classifica

 
Roma 32
Juventus 31
Napoli 28
Inter 25
Fiorentina 24
Verona 22
Genoa 17
Lazio 16
Atalanta 16
Milan 13
Parma 13
Udinese 13
Cagliari 13
Torino 12
Livorno 12
Bologna 10
Sassuolo 10
Sampdoria 9
Catania 9
Chievo 6

Serie A 2013-2014

Benitez non ci sta

11 novembre 2013
Napoli Club

Benitez non ci sta, squadra a rapporto un'ora dopo la gara! Dalla rabbia all'ironia su Pirlo: "Marcarlo? Sì, sulla punizione..."

"Il calcio è bugia". La frase di Benitez in una recente intervista è tornata alla mente ieri, quando nelle dichiarazioni post-partita lo spagnolo ha provato parzialmente a giustificare la prova dei suoi, penalizzati da qualche episodio ma che hanno sbagliato tanto a partire dall'approccio alla gara. Aspetto evidente anche per il tecnico che, non a caso, ha voluto parlare immediatamente alla squadra, non aspettando il ritorno a Napoli. Benitez dopo la gara era furioso, sia per l'arbitraggio - dopo aver per tutta la partita discusso col quarto uomo - che per la prova dei suoi ed ha voluto dire tutto quello che pensava immediatamente dopo il match senza far sbollire rabbia e delusione. "Avevo tanto da dire" s'è difeso dopo la gara sull'enorme ritardo nel presentarsi davanti ai microfoni. Soltanto pubblicamente ha provato a sdrammatizzare quando gli è stato chiesto del perchè Pirlo non sia stato marcato: "Dura marcarlo quando tira quella punizione..." ha ironizzato lo spagnolo.

Pistocchi

11 novembre 2013
Napoli Club
   

Pistocchi: “Non accettiamo lezioni di giornalismo da Conte”.

L’opinionista televisivo Maurizio Pistocchi ha attaccato Antonio Conte, nell’edizione odierna di Sportmediaset. Secondo Pistocchi, Conte, al termine del match vinto contro il Napoli, avrebbe messo in cattiva luce l’operato dei giornalisti di Mediaset Premium:

“In trasmissione ieri sera abbiamo parlato del fuorigioco di Llorente e del rigore non dato al Napoli, ma abbiamo anche detto che la Juventus ha meritato la vittoria e che questi episodi non sono stati decisivi. Mentre l’allenatore sconfitto non ha parlato degli episodi, il vincitore ha voluto dettare la scaletta dell’intervista e ha minimizzato gli episodi. Non accettiamo lezioni di giornalismo e di comportamento da Conte. Bisogna saper vincere, ma anche saper perdere“. Calciomercato.

Cori antinapoletani

11 novembre 2013
Napoli Club
News

Cori antinapoletani: squalificate le curve della Juventus

I cori antinapoletani di alcuni suoi tifosi costano cari alla Juventus. Il giudice sportivo ha disposto che la Curva Sud dello Juventus Stadium sia chiusa per due turni. Chiusura per un turno invece per la Curva Nord dell'impianto di Torino.

Squalifica e multa
Il comportamento dei sostenitori bianconeri durante il match con il Napoli ha comportato tra l'altro la revoca della sospensione della sanzione deliberata per Juventus-Genoa. Cinquantamila euro la multa inflitta alla società. Altri 10mila di multa sono stati inflitti per l'utilizzo, sempre da parte dei supporter, di "un fascio di luce laser su dei calciatori della squadra avversaria".

I cori incriminati
Il referto del giudice sportivo entra nel dettaglio, specificando anche quali sono i cori ritenuti colpevoli di discriminazione territoriale. Dalle curve dello Juventus Stadium i tifosi hanno cantato: "Lavali, lavali, lavali col fuoco, o Vesuvio lavali col fuoco" e "Senti che puzza, scappano anche i cani, stanno arrivando i napoletani, o colerosi terremotati, voi con il sapone non vi siete mai lavati, Napoli m.... Napoli colera sei la vergogna dell'Italia intera. Uccidete questi bastardi".

Multato anche il Napoli
Tutt'altro che esemplare anche il comportamento dei tifosi partenopei. Il Napoli ha ricevuto una multa di 50mila euro perché i suoi supporter "hanno lanciato nei settori occupati dai sostenitori della squadra avversaria cinque petardi ad alto potenziale ed oggetti contundenti di varia natura, creando panico e costringendo quattro persone a ricorrere alle cure dei sanitari".IlMattino.

 

Da Zero a Dieci

11 novembre 2013
Napoli Club

Da Zero a Dieci: il caos sugli spalti, la taglia su Hamsik, l'errore da record e la differenza tra Benitez e Conte

 

Napoli bruttino, congiunzioni astrali tutte sfavorevoli. Juventus-Napoli, semplicemente… Da Zero a Dieci.

Zero all’incredibile caos generato dalle nuove regole sulla discriminazione territoriale. Ora tutto è lecito in questa tragicomica farsa. Ora tutto, più di prima, è una grande schifezza. Lavaci col fuoco.

Uno il minuto giocato ad armi pari. Dopo la rete di Llorente, viziata dal fuorigioco, di fatto si è giocato una gara condizionata in maniera decisiva dall’errore. Provate voi ad andare a Torino e partite con l’handicap. Così è davvero troppo facile. Nuovo record.

Due sconfitte negli scontri diretti con le uniche rivali nella corsa al tricolore. Giusto sottolineare gli errori arbitrali, doveroso rimarcare alcuni limiti palesati contro la Juventus. All’Olimpico, contro la Roma, era stato un Napoli praticamente perfetto. A Torino è stato un Napoli poco solido. C’è ancora tanto lavoro da fare.

Tre i palloni giocabili arrivati dalle parti di Higuain, Criticare il Pipita e tirare fuori – è una storia che ha già stancato – il solito paragone con Cavani sarebbe dolosamente stupido.

Quattro i punti di distacco dalla capolista - molto provvisoria – Roma. Nessun dramma quindi, considerando che al ritorno sia i giallorossi che la Juventus dovranno affrontare l’urlo terrificante del San Paolo. Dopo la tempesta potrebbe arrivare l’arcobaleno. Quando conterà davvero.

Cinque le reti subite nelle ultime tre gare di campionato. Erano state appena sei i gol incassati nelle precedenti nove giornate. Indizio chiaro per un reparto dove che a gennaio necessiterebbe di un intervento deciso e decisivo.

Sei ad uno sconsolato Lorenzo Insigne. Ci ha provato in tutti i modi il Magnifico nella serata maledetta di Torino, ma la sfortuna ed un pizzico di imprecisione gli hanno negato un gol che avrebbe meritato. Restano però le buone sensazioni di una prestazione importante dopo un periodo negativo. Questo è l’Insigne che vuole vedere Benitez.

Sette milioni di euro a chi ci riporterà il vero Marek Hamsik. Proviamo a raccogliere fondi da destinare a chi riuscirà a ridare a questa squadra quel calciatore devastante e decisivo che avevamo imparato a conoscere. Cercasi Marek. Disperatamente.

Otto al destro al volo di Paul Pogba. Applaudire l’avversario per un gesto tecnico meraviglioso è doveroso. Che talento il francese.

Nove al doppio miracolo di Reina nel primo tempo. Istintivamente geniale il riflesso dello spagnolo che prova a tenere a galla i suoi finchè può. Predicatore solitario.

Dieci i titoli internazionali vinti da Benitez. Così il tecnico azzurro ha voluto chiudere la querelle, molto antipatica, aperta da Conte nei giorni precedenti alla gara. Lo stile, d’altronde, è sempre stato chiaro: un raffinato intellettuale prestato al calcio a dispetto di uno squalificato nell’ambito dell’inchiesta per il calcioscommesse. Trovate le differenze.

13 ^ giornata

 
Bologna-Inter
Livorno-Juventus
Milan-Genoa
Napoli-Parma
Roma-Cagliari
Sampdoria-Lazio
Sassuolo-Atalanta
Torino-Catania
Udinese-Fiorentina
Verona-Chievo

Edicola

                              
 
 
 
Realizzato con SitoInternetGratis :: Fai una donazione :: Amministrazione :: Responsabilità e segnalazione violazioni :: Pubblicità :: Privacy