prossimo incontro

sabato
 
24 novembre 2013
ore 20,30
 
Napoli Stadio San Paolo

classifica

 
Roma 32
Juventus 31
Napoli 28
Inter 25
Fiorentina 24
Verona 22
Genoa 17
Lazio 16
Atalanta 16
Milan 13
Parma 13
Udinese 13
Cagliari 13
Torino 12
Livorno 12
Bologna 10
Sassuolo 10
Sampdoria 9
Catania 9
Chievo 6

Serie A 2013-2014

Verso Napoli-Lazio

30 marzo 2011
Napoli Club

Mazzarri prepara il suo nuovo schema difensivo

 
Lavori in corso a Casa Napoli: con la Lazio alle porte nell’anticipo di domenica mattina, Mazzarri si è rimboccato le maniche insieme con gli azzurri disponibili, per il mezzogiorno di fuoco contro la squadra dell’amatissimo ex Edi Reja.

Ma non c’è tempo né spazio per il sentimentalismo. Sul tappeto ci sono invece alcuni problemi che il timoniere in carica sul ponte di comando azzurro deve risolvere in tutta fretta.

La difesa innanzitutto. Con l’arrivo di Floccari e Zarate, il tecnico toscano punta a corazzare ulteriormente il reparto arretrato che proprio prima della sosta nel match col Cagliari, con De Sanctis in testa e fino al gol di Acquafresca, vanta di aver allungato il record d’imbattibilità al San Paolo detenuto dal Giaguaro Castellini. Qual è il problema? Sono tutti disponibili i difensori: Campagnaro è pronto per riprendere il suo posto a destra, dove però ha finora fatto bene Santacroce.

IN EVIDENZA

30 marzo 2011
Napoli Club
IN EVIDENZA
Calcio, Grimaldi: "Il Napoli su 3 svincolati di lusso"

Mariano Grimaldi, agente di calciatori, e' intervenuto a "Campania Radio Sport Fuori Gara - Tutti in rete con "Napoli Magazine" su Radio Punto Zero: "Il Napoli sta seguendo tre svincolati di lusso, uno per reparto. Mexes? Chi non lo vorrebbe, e' chiaro che anche il Napoli ci sta pensando cosi' come tutti i club europei. Ziegler, Seedorf e Ambrosini? Sono alcuni degli svincolati illustri, ma non dimentichiamoci degli spagnoli. Senna e Diarra? Sono ottimi giocatori".

Napoli Magazine

Cavani: "Io al Real Madrid? Gioco nel Real Napoli..."

30 marzo 2011
Napoli Club
Cavani: "Io al Real Madrid? Gioco nel Real Napoli..."
Fonte: Gazzetta dello Sport


 
"Le voci di mercato non mi interessano, voglio continuare a correre e a segnare in azzurro"
Edinson Cavani parla del momento felice che sta attraversando nella vita privata e in quella professionale: "Bautista? E’ bellissimo. Come tutti i bambini, del resto. Se gli dedicherò la prossima rete in campionato? Può essere. Deciderò sul momento, non voglio niente di "costruito". Vorrei che l’Inter vincesse il derby. Perché? Perché la squadra di Leonardo passerebbe al comando della classifica ma non scapperebbe via. E noi potremmo scavalcarla nella sfida diretta in programma al San Paolo. Con l’aiuto di ottantamila "amici". E’ bello essere padroni del proprio destino, non vi pare? Con un risultato diverso, invece, tutto dipenderebbe dal Milan e dai suoi risultati. Lo scudetto è un sogno. Inter e Milan sono più forti. Noi dobbiamo mettere sulla bilancia la nostra felicità, la nostra freschezza, la nostra testa pulita. Loro "devono" vincere lo scudetto, noi possiamo vivere partita dopo partita. Il nostro obiettivo principale del resto è conquistare la qualificazione in Champions League. Anche la Lazio è in lotta per la Champions, ha giocatori importanti in ogni reparto. Sarà dura. Lo sappiamo. Mi aspetto numeri importanti da Lavezzi che è caricato a mille. Io cercherò di fare gol e di aiutare i compagni, come sempre. Una delle qualità di questo Napoli è la forza del gruppo". Mister Mazzarri ci ha insegnato a essere squadra.
Mercato? Gioco nel "Real Napoli" e sono felice. Le voci di mercato non mi interessano perché il mio futuro è già scritto. Voglio continuare a correre e a segnare nel Napoli. E non vorrei più tornare su questo argomento. Ho il sogno scudetto da inseguire e questo mi basta".

VIDEO - obiettivi per il centrocampo del Napoli

30 marzo 2011
Napoli Club
Focus on: obiettivi per il centrocampo del Napoli - VIDEO
Puntiamo l'obiettivo sui centrocampisti seguiti dal Napoli per il prossimo mercato estivo
28/03/11 - 13:22

Come ha sostenuto il nostro direttore Ciro Troise nella rubrica del lunedì, il Napoli segue due tipologie di centrocampisti per ricostruire la mediana del Napoli nella prossima stagione. Un classico mediano dai piedi buoni, che prenda il posto di Pazienza nei titolarissimi, ed un centrocampista discreto tecnicamente ma soprattutto dotato di grande dinamismo, che invece sostituisca Gargano. Come mediano dai piedi buoni le scelte ricadono su uno tra Inler, Lucas e Candreva:

 

 GOKHAN INLER: Come ben sappiamo, il giocatore dell’Udinese (nato il 27 giugno del 1984) è un centrocampista centrale ambidestro dalla propensione difensiva, abile tiratore da fuori area. Gioca dal 2007 nella società del presidente Pozzo dopo aver giocato in Svizzera prima nel Basilea II, poi nell’Arau ed infine esplodendo nello Zurigo. Il suo destino doveva esser rosanero, dato che il Palermo è stato fortemente interessato al suo cartellino nell’estate 2007 (insieme all’interessamento di alcune squadre tedesche), ma alla fine l'ha spuntata l’Udinese per la cifra di 2 milioni di euro, facendogli firmare un contratto fino al 2012  In nazionale Gokhan ha collezionato 46 presenze e realizzato 4 reti. Il suo debutto risale il 2 settembre 2006 contro il Venezuela. Inoltre ha partecipato sia agli europei del 2008 che ai mondiali del 2010 in Sudafrica.

 
 
 
 
 
 
 
LUCAS LEIVA:  nasce a Dourados il 9 gennaio del 1987, è un centrocampista brasiliano che attualmente gioca nel Liverpool. Ha chiarissime origini italiane pur essendo nato in Brasile. Prima di approdare in Premier League nell’estate del 2007 ha giocato per due anni nel Gremio, totalizzando 38 presenze e 5 reti. Per quanto riguarda il capitolo nazionale Lucas è stato il capitano del Brasile Under 20 che ha disputato il campionato sudamericano della medesima categoria nel 2007. In nazionale maggiore invece è stato convocato da Dunga il 7 ottobre 2006 in un’amichevole contro l’Al-Kuwait terminata 4-0 (anche se questa gara non può esser considerato come l’esordio ufficiale in quanto non riconosciuta ufficiale dalla FIFA).
 
 


ANTONIO CANDREVA: è un centrocampista che nasce come trequartista, ma può essere schierato come mezzala destra o sinistra. Nato Roma il 28 febbraio 1987, la sua carriera inizia nella Ternana nel 2004 dopo aver giocato nelle giovanili della Lodigiani e della stessa squadra umbra. L’Udinese lo acquista nell’estate 2007, ma non trovando spazio in Friuli (pur avendo esordito in serie A contro l’Inter) lo gira nella sessione invernale di calciomercato del 2008 al Livorno, in serie B. Qui diventa subito titolare fisso, assumendo un ruolo da protagonista nella promozione del club toscano nella massima serie. Anche nella stagione successiva gioca per gli amaranto, fino al 20 gennaio del 2010, giorno in cui viene ufficializzato il suo passaggio alla Juventus in prestito con diritto di riscatto. Gioca in bianconero per 16 gare, esordendo anche in Europa League. Al termine della stagione la dirigenza juventina decide di non riscattarlo, così ritorna ad Udine svolgendo tutta la preparazione estiva. Ma il 30 agosto del 2010 il Parma lo preleva con la formula del prestito con diritto di riscatto della metà del cartellino. Candreva ha fatto parte di diverse nazionali giovalini a partire dall’Under 18 fino alla Nazionale Olimpica, con la quale ha esordito nel maggio del 2008 al Torneo di Tolone. Alle Olimpiadi di Pechino viene convocato come una delle quattro riserve. Inoltre viene inserito nella lista dei 23 convocati per gli Europei U-21 2009 in Svezia, dove l'Under-21 viene eliminata in semifinale dalla Germania.  La soddisfazione di esordire in nazionale maggiore arriva il 14 novembre 2009 grazie a Marcello Lippi, il quale lo schiera titorale nella partita pareggiata 0-0 contro l’Olanda. Non parte per i mondiali in Sudafrica pur essendo inserito nella lista dei 30 pre-convocati.

 
 
 

Come ruolo di centrocampista dinamico i possibili nomi sono Ruben Perez, Borja Valero e Matuidi: 

 

BORJA VALERO: abbiamo potuto apprezzare le sue grandi qualità nelle due gare in Europa League contro il Napoli.  Nasce il 12 gennaio del 1985 a Madrid, cresce nelle giovanili del Real Madrid avendo anche la chance di debuttare con le merengues il 25 ottobre 2006 in una gara di coppa del re. Non trovando spazio in prima squadra, gioca dal 2005 al 2007 nella seconda squadra del Real Madrid in cadetteria. Nell’agosto del 2007 il giocatore firma un contratto di 5 anni con il Maiorca. Quella stagione per lui è particolarmente significativa, viste le 35 presenze realizzate con 4 reti siglate. Infatti nell’estate successiva le richieste per l’acquisto del suo cartellino sono tante,  ed alla fine a spuntarla è il West Bromwich che sborsa bel 7 milioni di euro. La sua esperienza in Inghilterra dura solo un anno, infatti dopo 30 presenze in Premier, decide di voler ritornare dinuovo a Maiorca con la formula del prestito. Effettua 33 presenze con il club maiorchino, vincendo fra l’altro il titolo di miglior calciatore spagnolo dell’anno. Il salto di qualità per lui arriva nell’estate del 2010, dove decide di giocare per il Villareal (che da diverso tempo seguiva le sue tracce) firmando un quinquennale. In nazionale spagnola Borja Valero ha giocato nelle Under 17,18 e 19 non avendo avuto ancora la possibilità di debuttare in quella maggiore.

 
 

BLAISE MATUIDI è un giocatore francese di origini angolane nato a Tolosa il 9 aprile 1987. Gioca attualmente nel Saint-Etienne in Ligue 1. Dopo aver giocato per quattro stagioni, dal 2004 al 2007, nel Troyes effettuando 67 presenze e 4 reti, firma l’accordo con il Saint-Etienne. Gioca come diga davanti alla difesa. Alto 175 centimetri per 72 chilogrammi di peso, è dotato di un buon palleggio e di un buon tocco palla. Inoltre dispuone di una pregevole visione di gioco, è molto atletico e capace anche di spezzare le trame offensive avversarie . Non disdegna il tiro da fuori area quando ne ha la possibilità. Per lui in passato ci sono stati gli interessamenti di alcune squadre europee importanti, come l’Arsenal e lo United. Dal 2007 fino ad ora ha disputato 66 gare con il club francese, trovando la via della rete per due volte. Per il capitolo nazionale, ha giocato in under 21 per 15 volte dal 2006 al 2009,  mentre debutta in nazionale maggiore nella partita di qualificazione agli europei il 7 settembre 2010 nella trasferta vinta per 2-0 contro la Bosnia.

 

13 ^ giornata

 
Bologna-Inter
Livorno-Juventus
Milan-Genoa
Napoli-Parma
Roma-Cagliari
Sampdoria-Lazio
Sassuolo-Atalanta
Torino-Catania
Udinese-Fiorentina
Verona-Chievo

Edicola

                              
 
 
 
Realizzato con SitoInternetGratis :: Fai una donazione :: Amministrazione :: Responsabilità e segnalazione violazioni :: Pubblicità :: Privacy