Il Napoli ha conquistato una vittoria pesantissima in casa del Parma. Merito soprattutto di Lavezzi, apparsi a tratti davvero superbo nelle sue giocate. Brava l’intera squadra a tenere duro fino in fondo, anche quando alcuni meccanismi di filtro a centrocampo sono apparsi in difficoltà. Va detto che questa volta il successo è arrivato anche grazie ad alcune sviste arbitrali, che una volta tanto hanno favorito gli azzurri. L’importante era vincere e così è stato. Ora sono cinque i successi consecutivi, tra campionato e Champions.

LA PAGELLA DI AZZURRISSIMO

DE SANCTIS: non è impeccabile sul gol di Zaccardo, anche se il tiro di prima di Paletta era molto insidioso. VOTO: 5.5

GRAVA: l’ammonizione dopo appena un minuto per fallaccio su Giovinco lo condiziona un po’ nella marcatura del folletto parmense. Poi deve uscire per un problema muscolare alla coscia destra. VOTO: 6 (dal 35° FERNANDEZ: si fa bruciare da Zaccardo in occasione del pareggio del Parma, ma per il resto gioca dignitosamente, anche considerando che non veniva impiegato d tempo. VOTO: 6)

CANNAVARO: soffre un po’ il tourbillon degli attaccanti avversari, che danno pochi riferimenti. Nel finale diventa quasi un baluardo. VOTO: 6.5

BRITOS: soffre la velocità di Biabiany che prova tre o quattro volte a puntarlo, ma se la cava con mestiere. Una forte contusione lo costringe alla doccia anticipata. VOTO: 6 (dal 19° CAMPAGNARO: schierato mezzo sinistro non da’ il meglio, anche perché visibilmente stanco per gli impegni con la Nazionale. VOTO. 5.5)

MAGGIO: gioca col freno a mano tirato, ma copre bene. VOTO: 6

GARGANO: mantiene bene la posizione, stazionando “basso” sul centrosinistra per dare una mano ai compagni sugli scatti del velocissimo Biabiany. Discreto nell’impostazione della manovra. VOTO: 6 (dal 60° INLER: non ha la corsa di Gargano, ma entra subito in gara. VOTO: 6)

DZEMAILI: preferito a Inler, è più mobile rispetto al suo connazionale, ma meno geometrico. VOTO: 6

DOSSENA: rischia di regalare un rigore al Parma per un fallo di mani in area non visto da Valeri. Come Maggio, anche lui bada soprattutto a difendere. VOTO: 6

HAMSIK: gara di sacrificio, con molto lavoro in fase di ripiego. Poco brillante in attacco. VOTO: 6

LAVEZZI: si fa vivo al 25° con un tiro a girare dal limite dell’area, finito fuori di poco. Nasce da un suo fantastico dribbling in corsa l’azione del rigore azzurro. Poi segna un gol pesantissimo e colpisce pure un palo. VOTO: 7.5

CAVANI: un confronto spigoloso, e a tratti anche nervoso, con Santacroce. Sbaglia dal dischetto, ma fortunatamente rimedia sulla ribattuta di Mirante. Nel finale trascina il Napoli assieme al Pocho, al quale regala anche l’assist vincente. VOTO: 7

All. MAZZARRI: costretto a ridisegnare quasi completamente la difesa a gara in corso per gli infortuni di Britos e Grava, riesce a riorganizzare la squadra. Partita non perfetta, ma vittoria fondamentale. VOTO: 6.5