prossimo incontro

sabato
 
24 novembre 2013
ore 20,30
 
Napoli Stadio San Paolo

classifica

 
Roma 32
Juventus 31
Napoli 28
Inter 25
Fiorentina 24
Verona 22
Genoa 17
Lazio 16
Atalanta 16
Milan 13
Parma 13
Udinese 13
Cagliari 13
Torino 12
Livorno 12
Bologna 10
Sassuolo 10
Sampdoria 9
Catania 9
Chievo 6

Serie A 2013-2014

il dopo Mazzarri

30 marzo 2012
Napoli Club
Montella, Zola o Gasperini per il dopo Mazzarri

            
                    Montella, Zola o Gasperini per il dopo Mazzarri
I possibili successori in caso di addio al Napoli del tecnico toscano a fine stagione
Quattro milioni netti a stagione per tre anni. Sarebbe questa l´offerta che l´emissario in Italia della società russa dell´Anzhi, Claudio Vigorelli, avrebbe sottoposto a Walter Mazzarri nei giorni scorsi. A rivelarlo è Sportitalia, nel corso della trasmissione "Lo sai che?", condotta da Michele Criscitiello e Alfredo Pedullà.

In caso di addio del tecnico toscano a fine stagione, per la sua  sostituzione il Napoli starebbe pensando a tre nomi in particolare: quello del napoletano Vincenzo Montella, Gianpiero Gasperini e dell´ex azzurro Gianfranco Zola, in lizza anche per la panchina del Chelsea e per quella della Lazio.

Quel 3-5 a Torino del 1988..." (video)

30 marzo 2012
Napoli Club Domenica il duello si ripete: "Per me sarebbe più importante vincere la Coppa. Io sceglierei il successo all´Olimpico, poi è chiaro che si punta a fare il massimo. La partita di domenica sarà importante in chiave campionato. Pirlo? E´ l´elemento chiave dei bianconeri, il Napoli comunque ha la possibilità di essere protagonista. Ogni spazio concesso può diventare un´occasione importante per gli azzurri".

morto l'ex portiere Mancini

30 marzo 2012
Napoli Club
Morto il portiere Franco Mancini
NAPOLI - Morto, improvvisamente, Franco Mancini, portiere del Napoli dal 2000 al 2003 e della Salernitana dal 2006 al 2007. Aveva solo 43 anni, ed è stato stroncato, forse, da un infarto a Pescara dove svolgeva il ruolo di preparatore dei portieri nella squadra di Zeman che è al secondo posto nella classifica di B.

Mancini si trovava nella sua abitazione in via Gobetti, in pieno centro. L'allarme è scattato dopo le 17 quando è rientrata in casa la moglie, con un'amica, e ha scoperto il marito agonizzante. Ha chiamato subito il 118, i sanitari sono arrivati sul posto, ma non hanno potuto far altro che constatare il decesso dell'uomo. In via Gobetti si sono presto radunati gli uomini del Pescara, dirigenti, sanitari e altri tecnici.

Mancini era nato il 10 ottobre 1968 a Matera. Proprio con la squadra della sua città ha iniziato la carriera tra i pali. Si è spostato a Bisceglie nel 1987, una breve parentesi, perché si è affermato a Foggia. È stato il portiere dei rossoneri di Zeman per tanti anni. A Foggia ha giocato otto anni contribuendo alla promozione in serie A e diventando uno dei pilastri di Zemanlandia. Nella passata stagione, a Foggia, era tornato a lavorare con Zeman, che ha sempre considerato il suo mentore calcistico. E la scorsa estate lo aveva seguito a Pescara. Corriere del Mezzogiorno.

la finale

27 marzo 2012
Napoli Club

 

De Laurentiis: "Voglio una finale aperta a tutti"

- "Sono d'accordo con le dichiarazioni di Agnelli che giustamente definisce Roma coma la sede ideale per la finale di Coppa Italia. Nessuno ha mai messo in dubbio Roma, visto che ha organizzato una finale di Champions. Il problema e' garantire ai tifosi juventini e napoletani di poter partecipare all'evento, soprattutto a quelli che sono venuti tutto l'anno allo stadio". Cosi' Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli, commentando ai microfoni di Radio Marte le polemiche sulla sede della finale di coppa Italia. "Ho sentito dire che potevano entrare solo quelli con la tessera del tifoso. Noi abbiamo avuto piu' di un milione e duecentomila spettatori al San Paolo che si comportano in maniera corretta dimostrandolo pure a Londra. Il 'misunderstanding' nasce nell'aver detto che noi non vogliamo subire dall'alto le decisioni, per questo ho bloccato la vendita dei tagliandi del 2 aprile. Continuo a dire che se le autorita' non garantiscono la sicurezza di chi viene allo stadio, io non vengo a giocare a Roma", dice De Laurentiis.
os'e' questa storia che serve la tessera per vedere la finale? E' una cosa inaudita", sottolinea De Laurentiis. "Noi daremo la priorita' ai tifosi che si sono abbonati, daremo poi un ulteriore spazio per coloro che hanno la tessera del tifoso, dando pero' una quantificazione per gruppi, dobbiamo garantire anche gli altri che con grande fede calcistica sono venuti allo stadio sempre". "Bisogna mettersi intorno ad un tavolo e fare tutte le verifiche", e' l'opinione del n.1 del Napoli. "Secondo me Petrucci ha male interpretato le mie dichiarazioni di ieri, probabilmente ha pensato che noi disdegnassimo l'Olimpico. Non e' cosi', Roma e' la capitale, c'e' il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Sono d'accordo con Agnelli. Io voglio che la partita sia sicura", sottolinea. "Il questore di Roma Tagliente e' valido, ci sono le persone giuste per rendere l'evento godibile. Questo io chiedo. Volevo solo dire: rendeteci partecipi delle decisioni, siamo noi la coscienza culturare del territorio specifico. Devo difendere i miei tifosi e lavoro per loro, sono un bene prezioso del Napoli. Alle 18.45 ho un incontro all'Osservatorio e ho parlato varie volte con il questore Tagliente. Ho parlato con le Ferrovie dello Stato per facilitare il trasferimento della nostra gente a Roma".

13 ^ giornata

 
Bologna-Inter
Livorno-Juventus
Milan-Genoa
Napoli-Parma
Roma-Cagliari
Sampdoria-Lazio
Sassuolo-Atalanta
Torino-Catania
Udinese-Fiorentina
Verona-Chievo

Edicola

                              
 
 
 
Realizzato con SitoInternetGratis :: Fai una donazione :: Amministrazione :: Responsabilità e segnalazione violazioni :: Pubblicità :: Privacy